Aqua's favorites

The beauty of something cannot be expressed in words.
molteviteunsoloamorelove:

Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Lo. Li. Ta.
Era Lo, semplicemente Lo al mattino, ritta nel suo metro e sessanta con un calzino solo. Era Lola in pantaloni. Era Dolly a lavoro. Era Dolores sulla linea tratteggiata dei documenti. Ma tra le mie braccia era sempre Lolita.

molteviteunsoloamorelove:

Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Lo. Li. Ta.
Era Lo, semplicemente Lo al mattino, ritta nel suo metro e sessanta con un calzino solo. Era Lola in pantaloni. Era Dolly a lavoro. Era Dolores sulla linea tratteggiata dei documenti. Ma tra le mie braccia era sempre Lolita.

molteviteunsoloamorelove:

“Ti amo di un amore che non conosco
di un amore per cui non ho parole né un progetto
ti amo come si amano i tramonti e le albe
i prati fioriti ed i vasti spazi
E amandoti sono tutta lacrime e sono tutta sorriso
e mi faccio poesia
Amandoti mi faccio intera
riempio la crepa
e mi trasformo in altro
Che sollievo sapere di non doverti spiegare nessuna di queste parole, niente di quello che esprimono
perché so che hai percorso le mie stesse vie
e gli stessi affanni
So che conosci quella parte di me che mi fa diversa
quella per cui ho sempre sofferto e mi ha fatto sentire sola
Starò lì ad aspettare perché non mi costa niente
nessun sospiro, nessun lamento
perché continuerò a camminare pur aspettandoti
a crescere pur seguendoti da lontano
E non mi costa niente amarti
perché non rinnega tutto quello che ho amato ed ancora amo
Per ringraziarti di questo amore che non ha una forma né un oggetto
vorrei farmi bacio e posarmi sulla strada che conosce i tuoi passi
vorrei farmi carezza e riposare tra le tue lenzuola
E per ringraziarti veramente
mi farò ponte
e mi distenderò in quello spazio e in quel tempo che ancora ci separa
perché tu possa raggiungermi quando si sarà calmato il rumore del tuo passato
in qualche luogo, da qualche parte
Perchè possa dirtelo mentre ti guardo:
pensavo di essere sola e poi ho visto te.”

molteviteunsoloamorelove:

“Ti amo di un amore che non conosco
di un amore per cui non ho parole né un progetto
ti amo come si amano i tramonti e le albe
i prati fioriti ed i vasti spazi
E amandoti sono tutta lacrime e sono tutta sorriso
e mi faccio poesia
Amandoti mi faccio intera
riempio la crepa
e mi trasformo in altro
Che sollievo sapere di non doverti spiegare nessuna di queste parole, niente di quello che esprimono
perché so che hai percorso le mie stesse vie
e gli stessi affanni
So che conosci quella parte di me che mi fa diversa
quella per cui ho sempre sofferto e mi ha fatto sentire sola
Starò lì ad aspettare perché non mi costa niente
nessun sospiro, nessun lamento
perché continuerò a camminare pur aspettandoti
a crescere pur seguendoti da lontano
E non mi costa niente amarti
perché non rinnega tutto quello che ho amato ed ancora amo
Per ringraziarti di questo amore che non ha una forma né un oggetto
vorrei farmi bacio e posarmi sulla strada che conosce i tuoi passi
vorrei farmi carezza e riposare tra le tue lenzuola
E per ringraziarti veramente
mi farò ponte
e mi distenderò in quello spazio e in quel tempo che ancora ci separa
perché tu possa raggiungermi quando si sarà calmato il rumore del tuo passato
in qualche luogo, da qualche parte
Perchè possa dirtelo mentre ti guardo:
pensavo di essere sola e poi ho visto te.”

lelaid:

Theres Alexandersson by Camilla Akrans for Vogue Nippon, March 2011

lelaid:

Theres Alexandersson by Camilla Akrans for Vogue Nippon, March 2011

lelaid:

Julia Stegner in Feel Free for Vogue Germany, February 2012
Shot by Greg Kadel
Styled by Nicola Knels

lelaid:

Julia Stegner in Feel Free for Vogue Germany, February 2012

Shot by Greg Kadel

Styled by Nicola Knels